Le api infette da virus praticano il distanziamento sociale

Se c’è una cosa che sappiamo dei virus, è che amano diffondersi. Il romanzo coronavirus è felice di usare noi umani come suo ospite. Altri virus immaginano le api da miele. Ma come noi, le api reagiscono.

Nel caso di un particolare virus, chiamato virus della paralisi acuta israeliana, uno studio mostra che le api da miele usano effettivamente una forma di distanziamento sociale per prevenire la trasmissione dell’infezione all’interno della propria colonia. Naturalmente, per non essere da meno, il virus manipola le api in un modo che diffonde l’infezione alla colonia della porta accanto. Lo studio è nel Atti della National Academy of Sciences.[AmyCGeffreetal[AmyCGeffreetalIl virus dell’ape del miele provoca cambiamenti dipendenti dal contesto nel comportamento sociale dell’ospite]

Le api vivono in grandi comunità che contengono decine di migliaia di individui affini in spazi ristretti. Quindi i ricercatori si sono chiesti: come possono le api impedire alle infezioni di diffondersi come un incendio?

Mentre uno studente laureato presso l’Università dell’Illinois presso [Urbana-Champaign], Tim Gernat ha sviluppato un sistema automatizzato per tracciare il comportamento di migliaia di api. E osservò cosa accadde quando introdusse api infette nell’alveare.

L’entomologo Adam Dolezal, che ha lavorato con Gernat, descrive ciò che hanno visto.

“Abbiamo scoperto in questo studio che nel loro contesto di colonie, quando interagiscono con i loro compagni di nido – di solito le loro sorelle – le api infette sperimentano meno comportamenti di contatto – meno contatti di alimentazione bocca a bocca – rispetto alle api che non sono infette.”

I ricercatori hanno anche visto lo stesso tipo di elusione sociale quando, invece di infettare le api con un virus, hanno attivato artificialmente il sistema immunitario delle api. Quindi il comportamento non è guidato dal virus ma dalla risposta immunitaria delle api – che Dolezal ha senso. Se le api proteggeranno la loro colonia e la loro regina dalle malattie, le api malate devono mantenere i loro sensi per sé.

“Loro devono. Vivono in queste colonie davvero grandi, dove tutti si toccano continuamente; sono tutti strettamente correlati. Scherzo che le api hanno fatto il distanziamento sociale per milioni di anni. ”

Allo stesso tempo, le api non hanno alcuna pressione per impedire alle infezioni di diffondersi altro colonie. Ed è qui che il virus prende il sopravvento. Amy Geffre, che ha lavorato al progetto come studente laureato, ha scoperto che le api di guardia di altre colonie erano in realtà Di meno aggressivo nei confronti delle api infette in arrivo rispetto a quelle delle api non infette. Di conseguenza …

“Le api infette vengono accettate nella colonia a circa il doppio della velocità delle api di controllo o delle api immunostimolate”.

Il virus, a quanto pare, altera le sostanze chimiche utilizzate dalle api per comunicare chi sono e da dove provengono.

“E quindi pensiamo che un modo in cui il virus potrebbe ottenere l’accesso a queste altre colonie è cambiando la fisiologia delle api in modo da renderla più accettabile per le api delle altre colonie”.

Questa è una brutta notizia per gli apicoltori, che tendono a tenere decine o addirittura centinaia di alveari uno accanto all’altro.

“È una situazione molto matura per le api essere in grado di spostarsi tra le colonie in modo relativamente semplice e portare con loro agenti patogeni e parassiti.”

Sembra che devi fare attenzione alla tua cera d’api e mantenere le colonie mantenute sani e socialmente distanti.

—Karen Hopkin

[[Il testo sopra è una trascrizione di questo podcast.]

About admin

Check Also

I cambiamenti costanti tra gli stati mentali segnano una firma della coscienza

Immagina di guidare per lavorare lungo lo stesso percorso che percorri ogni giorno. La tua …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *