Mini Brains Human Lab-Grown Show Brainy Activity

Non è facile studiare lo sviluppo iniziale del cervello umano.

“Il cervello è molto inaccessibile, in particolare le prime fasi fetali. Non è etico studiare cervelli umani normali e sani “.

Università della California, San Diego, biologo Alysson Muotri. Dice che i ricercatori hanno invece fatto affidamento su modelli animali.

“Ma il cervello umano è così diverso dalle altre specie che siamo disperati di avere, davvero, un modello umano in modo da poter studiare il cervello umano”.

Ora il team di Muotri potrebbe avere quel modello, sotto forma di piccoli globuli di cellule cerebrali che hanno creato in laboratorio. Queste strutture di dimensioni di un pisello si sviluppano da cellule staminali che sono immerse in una cultura di nutrienti, insieme a proteine ​​che controllano l’attivazione genica. Man mano che le piccole strutture crescono, i loro componenti si specializzano anche in diversi tipi di cellule cerebrali.

“E lo faranno formare connessioni e queste connessioni formeranno sinapsi funzionali che, in seguito, si trasformeranno in reti. ”

Dopo due mesi, i mini cervelli iniziano persino a emettere onde cerebrali.

“E puoi registrare ogni settimana per vedere come è cambiata l’attività. E quando raggiungono i sei mesi circa, assistiamo a una crescita esponenziale del numero di connessioni e sinapsi che possono realizzare ”.

E a circa 10 mesi, la loro attività cerebrale è paragonabile a quella dei neonati umani prematuri.

“Stanno praticamente seguendo il stessa traiettoria del cervello umano. ”

Ciò potrebbe rendere i mini cervelli molto utili per capire come i nostri cervelli vengono collegati presto. E potrebbero anche fornire approfondimenti sullo sviluppo di condizioni neurologiche come l’autismo e l’epilessia.

“Queste fasi molto precoci sono esattamente quando compaiono alcune condizioni neurologiche. E abbiamo la possibilità di aiutare milioni di persone con condizioni neurologiche “.

Ma Muotri avverte anche che man mano che la tecnologia avanza, inizieranno a emergere domande etiche.

“Qualcuno potrebbe chiedere:” Sono coscienti o sono autocoscienti? Possono provare dolore? ‘Penso che siamo in una zona grigia, dove questa tecnologia potrebbe evolversi in qualcosa di più complesso. E poi penso che la domanda etica sarebbe: “Qual è lo stato morale di questi cervelli miniaturizzati?” ”

Muotri afferma che la stessa domanda ha costituito la base per le regole e i regolamenti che regolano l’uso degli animali in laboratorio, che può servire da modello per guidare la ricerca sul mini cervello. I risultati sono sul diario Cell Cell Stem Stem.[CleberATrujilloetal[CleberATrujilloetalLe onde oscillatorie complesse che emergono dagli organoidi corticali modellano lo sviluppo iniziale della rete del cervello umano]

Oltre a far luce sullo sviluppo neurologico, i mini cervelli potrebbero anche aiutare a rivelare come il cervello umano si è evoluto e svolgere un ruolo nel miglioramento degli algoritmi per l’intelligenza artificiale. Questi cervelli di dimensioni di un pisello possono produrre alcune grandi intuizioni.

—Susanne Bard

[[Il testo sopra è una trascrizione di questo podcast]


About admin

Check Also

I cambiamenti costanti tra gli stati mentali segnano una firma della coscienza

Immagina di guidare per lavorare lungo lo stesso percorso che percorri ogni giorno. La tua …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *